Dal Viale De Amicis a Via del Campo d’Arrigo, nella zona omonima.

Questa strada che originariamente collegava la piazza di San Salvi con la Via del Campo d’Arrigo, nel 1909 venne ribattezzata, nel suo tratto iniziale, Via Tito Speri.

Prendeva il nome da una torricella medioevale, edificata a guardia del coevo ponte sul torrente Affrico, il cui corso, rettificato e spostato di un centinaio di metri verso ·ponente, all’inizio di questo secolo, era limitrofo alla piazza di San Salvi.

La strada era stata aperta, come ricorda la lapide che abbiamo riportato in Via dei Fratelli Bandiera, nel 1865, attraverso il cosiddetto Borgo dei Lemmi; all’angolo della strada, esisteva un antico tabernacolo che venne demolito e poi ricostruito dai Lemmi nel 1904, sulle sue antiche fondamenta.