Dal Viale Malta circoscrive il Campo di Marte, nella zona del Campo di Marte.

Manfredo Fanti, generale, nato a Carpi nel 1808 e morto a Firenze nel 1865.
Iniziò la vita militare in Spagna, combattendo, nel 1835, contro i carlisti.

Partecipò alla prima Guerra d’Indipendenza, dopo la quale venne eletto deputato al Parlamento Subalpino. Nel 1855 fu in Crimea e nella seconda Guerra d’Indipendenza, nel 1859, raggiunse il grado di generale di divisione e l’anno dopo veniva nominato Ministro della guerra.

Generale d’Armata, comandò la spedizione piemontese, che prima batte soldati del Papa, poi conquistò Gaeta, congiungendosi con i Mille di Garibaldi.

A lui, politico oltre che militare, toccò il difficile compito di organizzare il nuovo esercito nazionale italiano, immettendo nei quadri di quello piemontese elementi borbonici e garibaldini.

Per dare all’esercito buoni ufficiali fondò la Scuola militare di Modena.

Deputato e Senatore, morì a Firenze nel Palazzo di Valfonda nei primi tempi della capitale provvisoria e gli venne decretato un monumento dinanzi al Ministero della guerra. Considerato uno degli artefici dell’unità nazionale, venne sepolto in Santa Croce.

Da questo viale è visibile la scala a sbalzo dello Stadio, costruito dal grande cementista Pier Luigi Nervi.